Poetry, above all!

sabato 23 luglio 2011

"Surviving the recession" by Dave Lordan / "Sopravvivere alla crisi" di Dave Lordan (traduzione a cura di Fabio Barcellandi)

Surviving the recession
by Dave Lordan



The best way of surviving the recession is coma. You can let the bills stack up in the hallway while you’re in a coma. You won’t be charged for coma services until you wake up. Otherwise, sleep long and hard using the nod reaming technique. It’s free and time passes. Make love slowly while you’re surviving the recession.

Be avant-garde. Treat house and car alarms and screams and sirens of all kinds as music. WHEE-AWWW WHEE-AWWW WHEE-AWWW WHEE-AWWW beautiful beautiful beautiful music.

Surviving uh, surviving uh, surviving the recession.

Here are some tried and tested methods of surviving the recession- long term fasting, burglary, ransoms, priesthood, beating the living shit out of the wife and kids, cough-bottles, valium, glue, smoke, firelighters, Man Utd, caravans, turnips, pissing in bottles, catdoganddonkey-torture, burning your furniture, Fianna Fail, fascism, world wars.

Marry the checkout boy. It helps with the shoplifting.

Timeshare your outside toilet for people to take their holidays in. But don’t ever cut your grass or do any weeding. That way you can lead ant-hunting safaris into your back garden.

The totem animals of surviving the recession are the rat, the louse, the pigeon, the hyena, the cockroach, the vulture and the politician. They are all identifying very closely with us now. Study them. Ask yourself why have they survived over so many others, perhaps more beautiful than they?

We are all of us together as one going forward sharing the pain knuckling down wearing the jersey sporting the badge licking the whip sticking the sticker shaking the sleeve drinking the milk patting the mascot sucking the cloves rimming the bowl flying the flag of surviving uh surviving uh surviving uh surviving the recession.

Business must go on. It can’t stop itself. To see if you too can make a profit, find yourself a niche perversion, some rarely explored lowland of human degradation, then put it on the market.

It’s even possible, if you are flexible enough, to find a new job while you and all about you are surviving the recession. Study worms for that. They are very flexible. And not preoccupied about safety standards. Did you ever hear a worm complain about limb loss?

Cheap Healthy Eating Tip: You can grow certain mushrooms on your toes.

Cheap creepy eating tip: Cannibalism

Cheap unhealthy eating Tip: Collect the tears of your neighbourhood and extract the salt. This is sustainable. In famine you may use the salt to preserve the dead. See above.

Cheap fun but bad for you drinking Tip. There will be plenty tears to spare. Especially womens’ and childrens’. These make a wonderul hooch when distilled. Also piss whiskey is disgusting but effective.

The Patron Saint of FAS, employment agencies and surviving the recession is St Anthony. Pray to him and he will immediately drop his attentions to his billion other petitioners and rush down from the clouds to your aid, scouring the industrial wastelands of the planet, looking for your lost job.

Learn to speak Mycenean.

Stay respectable. Don’t laze about at home. Slope out into the world with your laziness. Become a sloth coach. Become the buddha of sloth. Teach an evening course and give seminars in ‘surviving the recession’.

Scan the nighttime skies for signs the galaxy is coming to our aid. You could well be the one THEY choose to transmit the new religion, the new freedoms.

YUK! HOW MY DOING MOM HOW MY DOING AM I OK OK AM I SURVIVING UH SURVIVING UH SURVIVING THE RECESSION

Take take advantage advantage of of your your clone clone to to draw draw double double dole dole

If you become homeless, join a library and order multiple copies of the onionist’s cookbook. And the onanist’s cockbook. But don’t confuse the two. Don’t cook your cock or slide a spring onion up your buttered arse, expecting a burst of colonial joy.

Watch out for boredom, frustration, depression and tantrums. Keep smoking drinking and eating crisps and biscuits. Keep the television on. Tie yourself to the remote control. Hug your teddy bear in between shivering fits. Spray paint your eyelids. Be like the moon and look stupid happy and full on your monthly bingo outing, showing everyone your brightside no matter what dark secret things are following you around.

Time is change no matter how you spend it. This recession won’t last forever. Look at your mom and dad, your grandparents. Look at how they got on at surviving uh surviving uh surviving uh surviving uh surviving uh surviving their recessions. It didn’t crush them, did it? Think of the children.

Above all be smart. Be wide. Be hawkish. Look out for number one. Somebody’s got to. Be hip to how things are going to pan out in the medium term. Use the spare time while surviving uh surviving uh surviving uh the recession to prepare yourself for the coming boom boom, when you will be doing a totally different kind of surviving.



*

Sopravvivere alla crisi
di Dave Lordan
traduzione a cura di Fabio Barcellandi

Il modo migliore di sopravvivere alla crisi è il coma. Possiamo tranquillamente lasciare che le bollette si accumulino sul pianerottolo mentre siamo in coma. Non ci addebiteranno le spese del coma almeno fino al nostro risveglio. Oppure, dormiamo di più e più profondamente, ma senza sogni. È gratis e intanto il tempo passa. E mi raccomando, facciamo l'amore lentamente mentre sopravviviamo alla crisi.

Impegniamoci a essere sempre all'avanguardia. Trattiamo gli allarmi per la casa e per le auto e le urla e le sirene di ogni tipo come fossero musica. WHEE-AWWW WHEE-AWWW WHEE-AWWW WHEE-AWWW meravigliosa magnifica splendida musica.

Sopravvivere sì, sopravvivere sì, sopravvivere alla crisi.

Eccovi alcuni metodi collaudati per sopravvivere alla crisi: digiuno a lungo termine, furto con scasso, rapimento e riscatto, sacerdozio, spaccare questa merda di vita in testa a moglie e figli, farsi di sciroppo per la tosse, di valium, di colla, di fumo, di gas, di calcio, andare a vivere in una roulotte, mangiare rape, pisciare in bottiglia, torturare gatticanieanimalivari, bruciare i mobili, darsi alla politica, al fascismo, alle guerre mondiali.

Anche sposarsi la guardia giurata. Può essere di aiuto per il taccheggio.

Gestiamo in multiproprietà la nostra casetta per gli attrezzi con chiunque desideri passarci le sue vacanze. Ma mi raccomando, non tagliamo l'erba né tanto meno diserbiamo. In questo modo potremo condurre safari e fare caccia grossa alle formiche direttamente nel giardino di casa nostra.

Gli animali simbolo della sopravvivenza alla crisi sono il topo, il pidocchio, il piccione, la iena, lo scarafaggio, l'avvoltoio e il politico. Si stanno tutti immedesimando alla perfezione con noi ora. Studiamoli. Chiediamoci perché sono sopravvissuti a tanti altri, forse più belli di loro?

Siamo fatti così, tutti noi, che resistiamo sopportando il dolore più atroce, ma rigorosamente con una bella camicia addosso, timbrando il cartellino in orario, baciando la frusta che ci sottomette, attaccando manifesti, ma conservando le maniche della camicia pulite, sorbendo latte, coccolando il nostro animale domestico, gustando frutta e leccando cessi, ma battendo bandiera, la bandiera dei sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti alla crisi.

Il business deve andare avanti. Non si può fermare. Per vedere se anche noi saremo in grado di realizzare un profitto, troviamoci una perversione di nicchia, una qualche rara e inesplorata regione del degrado umano, e poi mettiamola sul mercato.

Se saremo abbastanza flessibili, ci sarà anche possibile trovare un nuovo lavoro, mentre noi e tutti gli altri intorno a noi stiamo sopravvivendo alla crisi. Studiamo anche i vermi. Sono molto flessibili. E non sono per niente preoccupati del livello della sicurezza. Avete mai sentito un verme lamentarsi per la perdita di un arto?

Consiglio per un cibo sano ed economico: possiamo coltivare certi tipi di funghi sulle dita dei nostri piedi.

Consiglio per un cibo forte ed economico: Cannibalismo

Consiglio per una pessima ma economica alimentazione: Raccogliamo le lacrime dei nostri vicini ed estraiamone il sale. È sostanzioso. In tempo di carestia potremo sempre usarlo anche per conservare i cadaveri. Leggete sopra.

Consiglio divertente ma cattivo per una bevanda economica. Ci saranno moltissime lacrime di ricambio. Soprattutto di donne e bambini. Producono un meraviglioso liquore se distillate. Anche il whiskey di piscio è disgustoso ma efficace.

Il Santo Patrono delle agenzie di lavoro e di sopravvivenza alla crisi è Sant'Antonio. Preghiamolo e immediatamente distoglierà la sua attenzione dagli altri miliardi di suoi devoti e si lancerà dalle nuvole in nostro soccorso, rovistando tutte le aree industriali dismesse del pianeta, in cerca del nostro posto di lavoro perduto.

Impariamo a parlare il dialetto miceneo.

Manteniamoci rispettabili. Non oziamo per casa. Vagabondiamo per il mondo con la nostra pigrizia. Diventiamo istruttori di pigrizia. Diventiamo i Buddha della pigrizia. Gestiamo corsi serali e teniamo seminari di `sopravvivenza alla crisi'.

Scrutiamo il cielo notturno in cerca dei segnali che gli alieni stanno arrivando in nostro aiuto. Potremmo benissimo essere QUELLI che sceglieranno per trasmettere la nuova religione, le nuove libertà. 

EH! CHE FARE MAMMINA CHE FARE STO BENE BENE SOPRAVVIVO sì SOPRAVVIVO sì SOPRAVVIVO ALLA CRISI

Approffittiamo approfittiamo del del vantaggio vantaggio di di avere avere un un clone clone per per ottenere ottenere un un doppio doppio sussidio sussidio di di disoccupazione disoccupazione.

Se mai diventassimo dei senzatetto, raggiungiamo una biblioteca e ordiniamo più copie del cazzo di libro di ricette dell’ultimo opinionista. E del libro di ricette del cazzo dell'ultimo onanista. Ma non confondiamoli. Non bruciamoci il cazzo o non infiliamoci un cipollotto su per il culo imburrato, aspettandoci magari uno scoppio di gioia collettiva.

Teniamo a bada la noia, la frustrazione, la depressione e i vizi. Continuiamo a fumare a bere e a mangiare salatini e pasticcini. Teniamo accesa la televisione. Incolliamoci al telecomando. Abbracciamo il nostro orsacchiotto nel solito modo. Comportiamoci come la luna, sembrando stupidamente felici e appagati durante la nostra uscita mensile, mostrando a tutti il nostro lato migliore indipendentemente dagli oscuri segreti che si stanno aggirando con noi.

Il tempo è cambiamento non importa come lo spenderemo. Questa crisi non durerà per sempre. Osserviamo nostra madre e nostro padre, i nostri nonni. Lo vediamo che sono sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti sì sopravvissuti alle loro crisi. Non li ha schiacciati, non è vero? Pensiamo ai bambini.

Soprattutto cerchiamo di essere brillanti. Grandi. Acuti. Di essere avanti rispetto a come stanno andando le cose per avere una buona panoramica sul medio termine. Utilizziamo il tempo libero mentre sopravviviamo sì sopravviviamo sì sopravviviamo sì sopravviviamo alla crisi così da essere pronti per il prossimo boom BOOM, quando dovremo imparare a sopravvivere in un modo totalmente diverso.

Nessun commento: