Poetry, above all!

domenica 8 maggio 2011

Tribute To Joe Strummer by Dave Lordan / Omaggio a Joe Strummer di Dave Lordan

"I was asked to write a piece for a Joe Strummer Commemoration in Dublin. This is the result. Joe wrote many songs for liberation. This is one for him."


Tribute To Joe Strummer
by Dave Lordan

Your words were boots Joe , boots in Lewisham
when black and white and yellow riot put down the Nazi scum,
and in Trafalgar Square in ninety-one
when the fury of our rainbow class put Thatcher on the run
your words were firing like a gun Joe, firing like a gun.

I heard your booming words echo through the streets of Prague-
when we shut the World Bank down
and you were roaring vengeance in Genoa
when we had to fight through gas and bullets just to hold our ground
and when the many-headed future met in Florence
everyone knew your name Joe, your songs were all around.-

And when the threw me in a cell Joe, I sang straight to hell Joe
and when they stood me up in court Joe, I hummed the Brixton guns Joe

Oh Joe! when you got up to sing
it was a fist in a copper’s face.
It was a pitchfork in a landlord’s neck.
It was a bullet in a contra’s gut.
It was an arrow in the eye of a general.
It was a kick in the balls for the rich.
It was everything good Joe.
It was everything good.

And when us Zombies and us Rastas
and us Punks and Workers win
you will be singing in our blood Joe
you will be dancing like speed in our veins.



*

"Mi è stato chiesto di scrivere un testo per una Commemorazione di Joe Strummer a Dublino. Questo è il risultato. Joe ha scritto molte canzoni per la liberazione. E questa è una per lui."


Omaggio a Joe Strummer
di Dave Lordan (traduzione di Fabio Barcellandi)

Le tue parole erano stivali Joe, stivali a Lewisham
quando una sommossa di bianchi e neri e gialli ha stroncato la feccia nazista,
e a Trafalgar Square nel novantuno
quando la furia della nostra classe arcobaleno ha messo in fuga la Thatcher
le tue parole sparavano come pistole Joe, sparavano come pistole.

Sentivo l'eco delle tue parole esplosive per le strade di Praga-
quando abbiamo fatto chiudere i battenti della Banca Mondiale
e c'eri a gridar vendetta anche a Genova
quando ci siamo dovuti difendere da gas e proiettili solo per riuscire a mantenere la nostra posizione
e quando il futuro dalle molteplici teste si ritrovò a Firenze
tutte conoscevano il tuo nome Joe, le tue canzoni erano tutt'intorno .-

E quando mi hanno gettato in una cella Joe, ho cantato [Straight to hell] fino all'inferno Joe
e quando mi hanno trascinato in tribunale Joe, ho canticchiato [Brixton guns] le pistole di Brixton Joe

Oh Joe! Quando ti alzavi per cantare
era come un pugno su una faccia di bronzo.
Era come un forcone nel collo di un padrone.
Era come un proiettile nel ventre di un contras.
Era come una freccia nell'occhio di un generale.
Era come un calcio nelle palle di un ricco.
Andava tutto bene Joe.
Andava tutto bene.

E quando noi Zombi e noi Rasta
quando noi Punk e noi Operai vinceremo
tu starai cantando nel nostro sangue Joe
starai ballando come metanfetamina nelle nostre vene.

Nessun commento: