Poetry, above all!

domenica 12 luglio 2009

Ultima possibilità per salvare l’Imaie

Ultima possibilità per salvare l’Imaie

Manifestazione di fronte al Consiglio di Stato per impedire al Governo di espropriare un patrimonio degli artisti

L’Imaie è l’Istituto Mutualistico del Artisti Interpreti Esecutori che raccoglie e ridistribuisce i diritti connessi allo sfruttamento delle opere audiovisive. L’Imaie è un'associazione privata che gestisce risorse private e non ha nessun finanziamento da parte dello Stato. Malgrado questo, con un decreto prefettizio, il Governo ha dichiarato estinto l’Imaie, espropriando il patrimonio accumulato dagli artisti in questi anni. Non riuscendo a privatizzare o a chiudere gli enti inutili pubblici, questo governo, che va in giro a dire di essere liberale, ha deciso evidentemente di espropriare e nazionalizzare un’associazione privata che nulla costa allo Stato e che gestisce soldi che sono degli artisti, sia individualmente che collettivamente, e che negli ultimi anni sono serviti anche a promuovere attività professionali e culturali che avrebbero avuto difficoltà a trovare altre fonti di finanziamento.
Il prefetto, che a nome del governo ha liquidato I’Imaie, ha consultato tutti tranne gli artisti, che sono gli unici e veri proprietari dell’Istituto e del suo patrimonio. Bisogna fermare assolutamente questo aberrante ed illegittimo esproprio statalista del Governo.

Nella mattina del 14 luglio p.v. si svolgerà l’udienza presso la VI Sezione del Consiglio di Stato per il ricorso in appello presentato dall’Avvocatura Generale dello Stato per i ministeri per i Beni e le Attività Culturali e dell’Interno avverso l’ordinanza del TAR del Lazio n. 2769/09 del 18 giugno u.s. che sospendeva i provvedimenti di estinzione emessi dal Prefetto.
In occasione dell’udienza, invitiamo tutti gli artisti, soci e non, ad essere presenti martedì 14 luglio alle ore 10.00 in Piazza Capo di Ferro nei pressi di Palazzo Spada, sede del Consiglio di Stato, per dare una concreta testimonianza di solidarietà a chi lotterà fino all’ultimo per mantenere in vita un istituto che ha significato e continua a significare molto per il futuro degli artisti.

NON SI POSSONO ESTINGUERE I DIRITTI !

TREMONTI-BRUNETTA: CHIUDETE GLI ENTI IN DEFICIT E LASCIATE STARE I SOLDI DEGLI ARTISTI IMAIE

LETTA-BONDI: GIU’ LE MANI DAI SOLDI DEGLI ARTISTI IMAIE

FARE GIUSTIZIA SULLA LIBERTA’ DI ASSOCIAZIONE

L’IMAIE E’ DEGLI ARTISTI E LA VOGLIAMO COSI’ !

Nessun commento: