Poetry, above all!

venerdì 9 gennaio 2009

BUONGIORNO... CON LE PAROLE DI EMERGENCY

"Il trascorrere cieco e ottuso del tempo ci impone, dopo le feste, di tornare alla vita quotidiana, mentre da Gaza ogni giorno ci raggiunge lo spettacolo della morte quotidiana.

Se chiedere umanita' somiglia a chiedere l'impossibile, costruire l'impossibile e' il solo augurio sensato per l'anno nuovo.

Ci accingiamo insieme, se volete, a questa impossibilita' irrinunciabile."

EMERGENCY

Nessun commento: